Grammatica

Il modo condizionale: quando si usa e come si forma

Il modo condizionale è usato nelle frasi in italiano per indicare dubbio o incertezza. Vediamo quali sono i tempi del modo condizionale e come formare in italiano frasi corrette usando questo modo verbale.

condizionale

L’uso del condizionale nelle frasi in italiano

Il condizionale è il modo dell’incertezza, degli avvenimenti legati ad una condizione, ad un’eventualità, in quanto esprime un’azione possibile o realizzabile solo se prima si verificano determinate condizioni.
Il modo condizionale ha due tempi, il condizionale presente e passato.

modo condizionale

Quando si usa il condizionale presente?

Il condizionale presente indica che l’azione è possibile se si verificano le condizioni espresse nell’altra frase, quando è accompagnato da un’altra proposizione introdotta da se condizionale con il verbo al congiuntivo o da ma con il verbo all’indicativo.

  • Se ti lavassi con cura i denti, non li avresti così cariati.
  • Riusciresti ad ottenere bei voti, ma devi impegnarti di più.

Inoltre nelle frasi indipendenti, il tempo condizionale serve anche ad esprimere un desiderio, un dubbio, una richiesta o un’opinione personale, come nelle frasi:

  • Vorrei godermi una bella vacanza.
  • Cosa dovrei fare per aiutarti?
  • Chiuderesti la porta per favore?


Leggi anche: Il discorso diretto e indiretto: quali sono le differenze, regole ed esempi

Condizionale passato: regole utili e frasi d’esempio

Quando usare il condizionale passato? Questo è un tempo composto che si forma con il condizionale del verbo essere o condizionale del verbo avere accompagnato al participio passato del verbo che indica l’azione.
Quando poi è accompagnato da un’altra proposizione (che può essere introdotta da se e avere al modo congiuntivo o da ma e il verbo all’indicativo), il condizionale passato indica un’azione che si sarebbe verificata nel passato, se si fosse verificata anche l’altra, come nelle seguenti frasi:

  • Se tu avessi studiato con maggiore impegno, avresti avuto minor difficoltà nell’eseguire il compito.
  • Avrei mangiato altre due fette di pizza, ma mi sentivo già pieno.


Leggi anche: Coordinazione e subordinazione: regole per riconoscere le proposizioni principali e reggenti

I tempi del condizionale nelle proposizioni dipendenti e indipendenti

I verbi al condizionale passato nelle proposizioni indipendenti esprimono un desiderio, un dubbio che riguarda il passato: Che cosa avrei dovuto fare secondo te?
Il condizionale italiano al tempo passato nelle proposizioni dipendenti può anche esprimere un concetto di futuro, quando nella reggente c’è un tempo al passato, come nelle frasi: Le dissi che sarei andato a lavoro. / Ci chiedeva chi sarebbe stato il migliore nella prova.

Leggi anche: Locuzioni avverbiali: cosa sono e come si classificano

Congiuntivo e condizionale: quale usare?

Quando parliamo di un fatto irreale o possibile si deve usare sempre il se con il verbo al congiuntivo, accompagnato a frasi con il verbo al condizionale:

  • Se domani piovesse sarebbe un guaio → fatto considerato possibile quindi si usa il modo congiuntivo.
  • Se non piovesse mai, ogni forma di vita scomparirebbe → fatto irreale, quindi al modo congiuntivo.

condizionale italiano
Leggi anche: Figure retoriche di suono, di ordine e di significato: cosa sono e come si classificano