Grammatica

Le diverse forme di soggetto: il soggetto sottinteso, mancante e il soggetto partitivo

In base alle forme il soggetto si distingue in soggetto sottinteso, che non è espresso esplicitamente nella frase, soggetto mancante, nel caso di una frase con il verbo impersonale e soggetto partitivo. Vediamo regole e frasi di esempio per utilizzare correttamente le diverse tipologie di soggetto.

soggetto partitivo

Il soggetto sottinteso: come riconoscerlo in una frase?

Spesso nelle frasi non è presente il soggetto del predicato, in questo caso si parla di soggetto sottinteso.
Frasi con il soggetto sottinteso sono:
Dormivi! / Entra. / Piove. / Si sta bene.
In questi casi il soggetto non è espresso, ma sottinteso tramite il verbo che permette di riconoscere il soggetto anche se esso non compare.
Il soggetto è sottinteso:

  • se si tratta di un pronome personale come nella frase: Partite? (Voi, soggetto sottinteso).
  • se è ricavabile dal contesto del discorso: Maria ha tante bambole e gioca con esse. (esse, le bambole).
  • Matteo ha trovato il maglione? Si l’ha trovato. (Matteo).

Il soggetto è sottinteso sempre nelle frasi imperative, come in Leggete! / Apri!

Il soggetto mancante, quando non è ammesso il soggetto

Ci sono anche frasi in cui il soggetto manca del tutto perché è presente un verbo impersonale, che quindi non ammette un soggetto.
Ad esempio nella frase Piove da tre giorni, non è possibile stabilire il soggetto perché il verbo piovere fornisce l’idea di pioggia che cade.
il soggetto manca ad esempio:

  • con i verbi impersonali propri che si riferiscono a fenomeni atmosferici come nevica, piove, fa giorno, grandina.
  • con i verbi espressi in forma impersonale: Si dorme volentieri quando fuori piove./Si mangia bene a casa della nonna.
soggetto in grammatica

Ci sono anche frasi in cui il soggetto manca del tutto perché è presente un verbo impersonale, che quindi non ammette un soggetto. Il soggetto manca ad esempio: con i verbi impersonali propri che si riferiscono a fenomeni atmosferici. con i verbi espressi in forma impersonale.

Leggi anche: Il nome: le parti del nome, il genere e il numero

Il soggetto partitivo, una parte del tutto

Il soggetto partitivo non è mai preceduto da una preposizione, tranne che in un caso, come nella frase:
Ci sono dei fiori sul davanzale.
In questo caso la preposizione articolata dei non è una vera preposizione, ma un articolo partitivo che indica quindi una quantità non ben definita, che può essere sostituita con alcuni.
In questo caso il soggetto si definisce partitivo.
Per riconoscerlo da altri complementi è sufficiente ricorda che l’articolo partitivo può essere sostituito con alcuni, alcune.
Nella frase precedente –Ci sono dei fioridei” può essere sostituito con –Ci sono alcuni fiori.

Leggi anche: Gli articoli: quali sono e come si usano nelle frasi

Le parole che possono fungere da soggetto

Nella maggior parte dei casi la funzione del soggetto può essere svolta da un nome o da un pronome.

  • nome comune: Il pizzaiolo cucina le pizze.
  • nome proprio: Maria fa colazione.
  • pronome: Tu hai compiuto un grosso errore.

Ma il soggetto può essere costituito anche da altre parti del discorso, quindi altre parole, come nei seguenti casi:

  • aggettivo: Il freddo è terribile.
  • verbo: Lavorare troppo stanca.
  • avverbio: Domani andremo al mare.
  • participio: I presenti hanno assistito a un grande spettacolo.
  • preposizione: Il “di” introduce alcuni complementi.
  • aggettivo numerale: Il due è il mio numero preferito.
  • interiezione: Cosa significa il tuo Boh?

Anche un’intera frase può essere il soggetto di un predicato.
È difficile fare sempre tutto giusto.
Per te sarà facile diventare bravo a calcio.

grammatica il soggetto

Il soggetto può essere un: nome comune nome proprio aggettivo verbo avverbio participio preposizione interiezione pronome aggettivo numerale

Leggi anche: Le preposizioni: funzioni e forme