Grammatica

Articoli partitivi: quali sono e come usarli nelle frasi?

L’articolo partitivo indica una parte o una quantità indeterminata di un tutto. Vediamo come si formano gli articoli partitivi, quando utilizzarli o meno all’interno delle frasi in italiano e qual è la differenza con le preposizioni articolate.

gli articoli partitivi

Gli articoli partitivi: definizioni e concetti

Dal punto di vista della forma, l’unione di una preposizione semplice + un articolo (di + lo, di + la ecc.) crea le preposizioni articolate: del, dello, alla ecc.
Le preposizione articolate composte con di + articolo determinativo possono svolgere la funzione di articoli partitivi.
L’articolo partitivo indica una parte o una quantità che non è determinata rispetto al tutto. Gli articoli partitivi nella grammatica italiana vengono poi usati come plurale dell’articolo determinativo.
quali sono gli articoli partitivi

Come riconoscere gli articoli partitivi? La differenza con le preposizioni articolate

Quali sono gli articoli partitivi?
Gli articoli partitivi che utilizziamo sono del , dello, della, dei, degli, delle, dell’.
Di questi utilizziamo dei e degli come plurale maschile degli articoli indeterminativi e delle come plurale femminile.
Per riconoscere gli articoli partitivi è sufficiente poter sostituire l’articolo con alcuni, alcune, a volte un po’ di, a seconda che il nome sia numerabile o non numerabile.
Frasi con gli articoli partitivi sono:

  • Ho letto dei libri = Ho letto alcuni libri.
  • Ho mangiato del gelato = Ho mangiato un po’ di gelato.


Come riconoscere se si tratta di preposizioni articolate o articoli partitivi?
È sufficiente verificare se sostituendo gli articoli con le espressioni come alcuni, un po’ di la frase mantiene lo stesso significato.
Se non modifica il significato allora si tratta di articoli partitivi, se invece il significato muta completamente, si tratta di preposizioni articolate.

  • Vorrei dei biscotti (un po’ di biscotti): dei = articolo partitivo.
  • Dammi del caffè (un po’ di caffè): del = articolo partitivo.
  • Passami la tazzina del caffè: del = preposizione articolata.


Leggi anche: Gli articoli determinativi e indeterminativi: quali sono?

Quando non si usa l’articolo partitivo?

È meglio evitare l’uso degli articoli partitivi specie al plurale e se sono preceduti da preposizioni come:
con (con dei…);
su (su delle…);
per (per delle…);
tra (tra dei..);
da (da del…).
È preferibile sostituirli con aggettivi indefiniti come alcuni e alcune o eliminarli, come nella frase:

  • Giorgio ha delle idee strane e le esprime con delle frasi contorte = Giorgio ha (alcune) idee strane e le esprime con frasi contorte.


Inoltre è preferibile non utilizzare articoli partitivi nei seguenti casi:

  • nelle frasi negative: Non ho tempo per uscire con te (del tempo)
  • quando prima del nome c’è un aggettivo quantitativo o un attributo di materia: Ho ricevuto poche attenzioni. / Compro un chilo di carne.
  • quando nella frase ci sono elenchi di cose: Ho comprato mele, arance e pere.
  • con verbi che esprimono stati d’animo: Sono stanca, oggi ho lavorato troppo.

Si può utilizzare a scelta l’uso dell’articolo partitivo nei seguenti casi:

  • quando è legato al soggetto che segue il verbo: Ci sono solo dei vestiti blu.
  • quando si riferisce ad un nome che è un complemento oggetto: Ascolta delle canzoni tutto il giorno.
articoli partitivi

È meglio evitare l’uso degli articoli partitivi specie al plurale e se sono preceduti da preposizioni come: con (con dei…); su (su delle…); per (per delle…); tra (tra dei..); da (da del…). È preferibile sostituirli con aggettivi indefiniti come alcuni e alcune o eliminarli. Inoltre è preferibile non utilizzare articoli partitivi nelle frasi negative, quando prima del nome c’è un aggettivo quantitativo o un attributo di materia, quando nella frase ci sono elenchi di cose e con verbi che esprimono stati d’animo.

Leggi anche: Il nome: le parti del nome, il genere e il numero

 

6.889 Commenti