Grammatica

Gruppi vocalici: dittonghi, trittonghi e iato

Dittongo, trittongo e iato, vediamo insieme le corrette definizioni di questi gruppi vocalici e come si formano le parole nei diversi casi. Inoltre esempi e risposte ai dubbi più frequenti sui tre gruppi vocalici.

dittonghi trittonghi iato

Dittonghi e trittonghi, cosa sono e come si formano

Il dittongo e trittongo sono unità formate rispettivamente da due o tre vocali accostate, che si pronunciano con una sola emissione di voce.
I dittonghi possibili in italiano sono formati da due vocali vicine i o u (che prendono suono semivocalico) con una qualsiasi vocale.
Si distinguono dittonghi ascendenti e dittonghi discendenti, a seconda che la vocale i o la u siano poste prima o dopo l’altra vocale.

  • Nel caso dei dittonghi ascendenti la i e la u sono poste prima dell’altra vocale. Parole che contengono dittonghi di questo genere sono: fiato, piede, iodio, quanto, buono.
  • Nel caso dei dittonghi discendenti la i e u si trovano dopo l’altra vocale. Parole con dittongo di questo genere sono: faida, sei, voi, euforico, auto.

dittongo
Spesso però la i e la u unite ad altre vocali non formano un dittongo, in quanto servono solo a pronunciare correttamente alcuni gruppi di lettere:

  • la i rende dolci i suoni con la g e la c mentre la u rende duri i suoni con la g e accompagna sempre la q: cia, cie, glia, glio, gia, giu, scia, scii, qua, qui.

In italiano esiste poi il dittongo mobile che non è altro che un gruppo di vocali consecutive all’interno della sillaba, che sono necessariamente una i o una u, poste o come semiconsonante (i e u atone seguite da vocale) o come semivocale (i e u atone precedute da vocale)

I trittonghi possibili in italiano sono: iai, iei; uai, uoi, iuo.
Parole con trittongo quindi possono essere: rinviai, miei, guai, tuoi, aiuola. Le vocali di un trittongo formano una sola sillaba che quindi nella divisione in sillabe non vanno separate, come nel caso di buoi; a- iuo-la.
trittongo
Leggi anche: Avverbi: cosa sono, quali sono le diverse forme e le risposte ai dubbi più frequenti

Iato: il suo significato e come si formano parole di questo genere

Analogo al dittongo, lo iato, che deriva dalla parola latina hiatus ossia apertura, è l’incontro di due vocali accostate che si pronunciano separatamente, cioè con due distinte emissioni di voce.
Parole con iato possono essere formate da:

  • vocale dura (a,o,e) + vocale dura (a,o,e) come nelle parole: beato, maestro, poeta, aorta;
  • vocale dura (a,o,e) + vocale dolce accentata (i, u), come ad esempio: faina, baule, paura;
  • vocale dolce accentata (i, u) + vocale dolce (u, i): fluido, circuito.

Dittongo e iato quindi sono praticamente uno il contrario dell’altro e lo iato si presenta anche in casi diversi da quelli già elencati come:

  • nelle parole derivate da altre che contengono iato, come viuzza, viale, vialone (da via); spiata (da spia); pauroso (da paura);
  • nelle parole formate da con prefissi: – ri (riavere, riunire), – re (reazione), – bi (biennale), – tri (triangolo)

Le vocali dello iato appartengono a due sillabe diverse, quindi nella divisione in sillabe vanno separate, come nel caso di pa-e-se, bu-gi-e.
In conclusione quindi, la differenza tra dittongo e iato è che il dittongo ha vocali che si pronunciano con un’unica emissione di voce mentre lo iato presenta due vocali pronunciate separatamente e si ha in presenza di due vocali forti con l’accento sulla seconda.
iato
Leggi anche: Figure retoriche di suono, di ordine e di significato: cosa sono e come si classificano

Esempi e risposte ai dubbi più frequenti sui tre gruppi vocalici

Quanti sono i dittonghi italiani? Dittonghi trittonghi e iati come si dividono in sillabe? Abbiamo cercato di risponder ai dubbi più frequenti sull’uso delle parole con dittonghi e sulla loro divisione in sillabe con tre esempi:

  • Aiuola divisione in sillabe: prendiamo ad esempio una parola formata da un trittongo (iuo) e uno iato tra la a e la i, quindi la divisione in sillabe di questa parola sarà: a-iuo-la, con 3 sillabe, 5 vocali e 1 sola consonante.
  • Aereo divisione in sillabe: un’altra parola che spesso crea confusione per la divisione in sillabe è aereo, che è formato da 4 sillabe: a-e-re-o, con il gruppo vocalico ae che è uno iato.
  • Automobile divisione in sillabe: au-to-mo-bi-le è la corretta divisione e la parola è formata da un dittongo discendente all’inizio della parola.


Leggi anche: Locuzioni avverbiali: cosa sono e come si classificano

4.359 Commenti