Grammatica

Complemento di colpa e pena e complemento di vantaggio e svantaggio

Di seguito vediamo frasi e regole relative al complemento di colpa e pena e ai complementi di vantaggio e svantaggio. A quali domande rispondono e come costruire al meglio delle frasi in italiano con questi complementi.

complemento di pena complemento di vantaggio

Complemento di colpa: definiamo i concetti

Il complemento di colpa indica la colpa, l’errore, il delitto, la violazione per cui una persona è sospettata, accusata, condannata o assolta.
È introdotto dalle preposizioni di, per, da o dalle locuzioni come per la (della) colpa di, per il (del), reato di, per il (del), delitto di.
Il complemento di colpa risponde alle domande accusato di quale colpa? condannato per cosa?
Esempi di frasi con il complemento di colpa sono:

  • Quell’uomo è stato condannato per omicidio.
  • L’ufficiale fu accusato di reticenza.


Il complemento di pena: frasi e regole

Il complemento di pena indica la punizione data a qualcuno in conseguenza di una colpa.
È introdotto dalle preposizioni a, per, di, con o dalle locuzioni come alla pena di, alla multa di.
Il complemento di pena risponde alle domande con che cosa? a quale pena?
Esempi di frasi con il complemento di pena sono:

  • Ha pagato l’infrazione con una multa di 100 euro.
  • È stato condannato all’ergastolo.


Leggi anche: Il complemento di denominazione: frasi di esempio e regole

Il complemento di vantaggio: definizioni e regole

Il complemento di vantaggio indica la persona, l’animale o la cosa a favore della quale si compie l’azione.
È introdotto dalle preposizioni a, per, di, verso o da locuzioni come alla pena di, alla multa di.
Il complemento di vantaggio risponde alle domande a favore di chi? a vantaggio di chi?
Esempi di frasi con il complemento di vantaggio sono:

  • Questo sciroppo è efficace per i mal di gola.
  • Hanno realizzato una raccolta fondi a favore dei terremotati.


Leggi anche: Il complemento di limitazione: che cos’è?

Complemento di svantaggio: a sfavore di chi?

Il complemento di vantaggio indica chi o che cosa subisce il danno o lo svantaggio di un’azione.
È introdotto dalle preposizioni a, per, di, contro o dalle locuzioni a danno di, a svantaggio di.
Il complemento di svantaggio risponde alle domande a sfavore di chi?
Esempi di frasi con il complemento di svantaggio sono:

  • C’è stata una riunione contro i licenziamenti.
  • Il fumo è dannoso per la salute.


Leggi anche: Il complemento di argomento: definiamo i concetti

4.348 Commenti