Grammatica

Cosa sono le proposizioni? struttura e caratteristiche del periodo

Il periodo è la struttura del discorso composta da più proposizioni collegate fra loro che si distinguono in proposizioni dipendenti e indipendenti a seconda del ruolo che svolgono all’interno del periodo.

periodo

Proposizioni e periodo: definiamo i concetti

Il periodo è una frase di senso compiuta formata da una o più proposizioni collegate in successione logica e delimitata da segni di punteggiatura forte come punto fermo, interrogativo o esclamativo.

Il piccolo principe” inizia con l’incontro tra un pilota di aerei, precipitato nel deserto del Sahara, e un bambino, un principe di un asteroide lontano chiamato B-612. Su questo asteroide vivono soltanto il bambino, tre vulcani e una piccola rosa, molto vanitosa, che lui cura e ama
Antoine de Saint-Exupéry, Il Piccolo Principe

Il brano precedente è formato da periodi formati da una sola frase semplice o proposizione, organizzata intorno a un solo predicato. Altre invece sono formate da più predicati e sono frasi complesse o periodi.

Come individuare le proposizioni in analisi logica

Per fare l’analisi logica del periodo bisogna individuare il numero delle proposizioni che lo compongono e separarle l’una dall’altra. Quindi è importante ricordare che:

  • a ogni predicato corrisponde una proposizione e il periodo è costituito da tante proposizioni quanti sono i predicati in esso contenuti;
  • in un periodo le proposizioni possono essere collegate tra loro con un segno di punteggiatura o tramite proposizioni, o ancora tramite congiunzione o pronome relativo.
proposizioni e periodi

Per fare l’analisi logica del periodo bisogna individuare il numero delle proposizioni che lo compongono e separarle l’una dall’altra. Quindi è importante ricordare che: a ogni predicato corrisponde una proposizione e il periodo è costituito da tante proposizioni quanti sono i predicati in esso contenuti; in un periodo le proposizioni possono essere collegate tra loro con un segno di punteggiatura o tramite proposizioni, o ancora tramite congiunzione o pronome relativo.

Possiamo segnalare la separazione tra proposizioni, per agevolare un’analisi, con una barretta e la fine del periodo con una doppia barretta.

È una verità universalmente riconosciuta/, che uno scapolo in possesso di un’ampia fortuna/ debba avere bisogno di una moglie.// Per quanto poco si possa sapere circa i sentimenti o i punti di vista di un uomo del genere al suo primo apparire nel vicinato/, questa verità è così saldamente fissata nelle menti delle famiglie del circondario/, da considerarlo di legittima proprietà di una o l’altra delle loro figlie.//
J. Austen, Orgoglio e Pregiudizio


Leggi anche: Avverbi: cosa sono, quali sono le diverse forme e le risposte ai dubbi più frequenti

Proposizioni dipendenti e indipendenti: le differenze in base al ruolo

Per quanto riguarda il ruolo delle preposizioni in un periodo e in base al suo significato, le proposizioni si differenziano in proposizioni dipendenti e proposizioni indipendenti.

  • La proposizione dipendente è priva di significato autonomo e deve essere retta da un’altra proposizione dalla quale dipende.
  • La proposizione indipendente invece esprime da sola un proprio significato e non ha bisogno di essere retta da altre proposizioni dal punto di vista grammaticale.

Un esempio è nella frase di seguito:
Poiché era tardi, / telefonai a mio padre, / per chiedergli il permesso / di dormire a casa di mio cugino.
cosa sono le proposizioni
Leggi anche: La frase: la struttura e gli elementi che la formano

Classificazione delle proposizioni indipendenti: le quattro tipologie da conoscere

In base al significato che esprimono e lo scopo del messaggio che comunicano, le proposizioni indipendenti hanno forme diverse e si distinguono le una dalle altre. Ecco di seguito un elenco con tutte le tipologie di proposizioni, gli scopi che hanno, i modi verbali da utilizzare ed esempi chiari.
proposizioni
Leggi anche: I complementi: quadro generale sulle funzioni e usi

3.395 Commenti