Grammatica

Complemento di esclusione e di sostituzione: regole e frasi d’esempio

Due complementi indiretti sono il complemento di esclusione e di sostituzione. Vediamo a quali domande rispondono e quali sono le regole da seguire per costruire correttamente le frasi con entrambi i complementi.

Complemento di esclusione sostituzione

Il complemento di esclusione o eccettuativo: definiamo i concetti

Il complemento di esclusione indica la persona, l’animale o la cosa che non partecipa all’azione del verbo, che quindi restano esclusi.
È introdotto da locuzioni come eccetto, salvo, fuorché, se non, meno, a eccezione di, meno.
Il complemento di esclusione risponde alle domande eccetto chi? eccetto che cosa?
Esempi di frasi con il complemento di esclusione sono:

  • La cifra indicata comprende il pranzo escluso le bevande.
  • Posso mangiare tutto eccetto il pesce poiché sono allergico.


Complemento di sostituzione o scambio: regole e frasi

Il complemento di sostituzione o scambio indica la persona, l’animale o la cosa che viene sostituita da un’altra.
È introdotto da preposizioni come con, per o locuzioni come al posto di, in cambio di, invece di.
Il complemento di sostituzione o scambio risponde alle domande invece di chi? invece di che cosa?
Esempi di frasi con il complemento di sostituzione o scambio sono:

  • Ho preso questo modello in cambio di quello vecchio.
  • Al posto tuo non so come farei a resistere.


Leggi anche: Complemento di colpa e pena e complemento di vantaggio e svantaggio

987 Commenti